Contributi urgenti e straordinari per le famiglie

Sono stati distribuiti parte del milione di euro pervenuti da vari organismi alle famiglie alluvionate. Rimaniamo in attesa di vedere la grauatoria degli aventi diritto e degli esclusi.
Sarebbe auspicabile anche la pubblicazione dei contributi pervenuti dai vari organismi e la loro destinazione in quanto le offerte non pervenivano solo da Fondazione Cariverona, Conferenza Episcopale Italiana come sempre comunicato in precedenza. Trasparenza prima di tutto. GRAZIE!
Pubblichiamo l’articolo apparso stamane su SENIGALLIA NOTIZIE
e l’articolo del comune sugli sgravi fiscali

Alluvione: assegnati tutti i contributi urgenti e straordinari per le famiglie di Senigallia

Comune e Caritas hanno erogato ai cittadini colpiti dall’esondazione un importo totale di € 695.000

I giovani e l'alluvione di Senigallia Una procedura completata a tempo di record per venire incontro alle esigenze dei cittadini alluvionati. Il Comune di Senigallia e la Fondazione Caritas hanno infatti ultimato la liquidazione dei contributi a favore delle famiglie risultate in condizioni di maggior bisogno colpite dall’alluvione dello scorso 3 maggio per il ripristino delle condizioni di fruibilità delle abitazioni e/o il reperimento degli alloggi alternativi.

L’importo complessivo dei contributi erogati da Comune e Caritas è di € 695.000 con tre fasce di importi, stabiliti in relazione ai parametri reddituali patrimoniali e familiari, fissati rispettivamente in € 3.000, € 2.000 ed € 1.000.

Oltre al completamento della procedura amministrativa con la predisposizione della relativa graduatoria, sono stati già emessi la maggior parte dei mandati di pagamento in favore dei cittadini beneficiari e tutti gli aventi diritto riceveranno il totale del denaro assegnato in un paio di giorni.

Ai 107 beneficiari risultati in condizioni di maggior bisogno, liquidati nelle settimane scorse con un contributo di € 3.000 ciascuno, si sono aggiunti gli atti di liquidazione per i 141 richiedenti collocati nella seconda fascia con un contributo pro capite di € 2.000 e per gli altri inseriti nella graduatoria con un punteggio inferiore a 16 punti che hanno ricevuto un contributo di € 1.000 ciascuno.

I contributi attingono al fondo derivante anche dai finanziamenti di Enti Istituzionali sovraordinati: Regione Marche, Fondazione Cariverona, Conferenza Episcopale Italiana che aveva un ammontare di € 1.000.000

L’intera procedura è stata gestita da una cabina di regia, composta da Comune e Caritas con il Sindaco ed il Vescovo come garanti, che ha effettuato l’istruttoria sulle domande pervenute entro il 24 giugno, termine fissato nell’avviso pubblico.

In tutto sono pervenute 390 domande, delle quali 33 escluse per mancanza di requisiti.

“Siamo davvero soddisfatti per una procedura che insieme alla Caritas siamo riusciti a condurre in porto garantendo risposte rapide ed efficaci ai bisogni delle famiglie – sottolinea il Sindaco Maurizio Mangialardi- ; in meno di 3 mesi abbiamo completato tutte le fasi del bando, dell’istruttoria, della graduatoria e del pagamento materiale dei contributi ai cittadini colpiti dall’alluvione per il ripristino delle condizioni di fruibilità delle abitazioni e/o il reperimento degli alloggi alternativi. Naturalmente si tratta di un primo intervento al quale ne seguiranno altri utilizzando le opportunità offerte dalla dichiarazione di emergenza deliberata dal governo e concordando insieme alla Caritas i criteri per assegnare anche i circa 300.000 euro che sono ancora a disposizione nel fondo generale”.

Ricognizione danni post-alluvione

Il comune da domani 29 luglio distribuisce i moduli per rendicontare nel dettaglio i danni subiti con l’alluvione. C’è tempo per riconsegnarli fino al 4 settembre  2014.

Vi alleghiamo l’articolo presente sul sito istituzionale del comune alla pagina:   ALLUVIONE: RICOGNIZIONE DEI DANNI

e i link per scaricare i documenti in formato Word:

 

 
Articolo presente sul sito istituzionale del comune:

Alluvione: ricognizione dei danni

 Le schede e le modalità per la segnalazione. Attivo da martedì 29 uno sportello dedicato.

Si comunica che, con ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 179 del 10.07.2014, sono state emanate disposizioni per accertare l’entità dei danni subiti dal patrimonio privato e pubblico in conseguenza degli eventi alluvionali che hanno colpito la nostra regione tra il 2 ed il 4 maggio 2014.

I cittadini interessati dovranno segnalare al Comune, attraverso la compilazione di specifiche schede, i danni che l’alluvione ha causato all’edificio del quale sono proprietari o alla sede dell’attività economica e produttiva di cui sono proprietari o affittuari oppure ai propri beni mobili (autovetture e motoveicoli, elettrodomestici, arredi).

Le relative schede da compilare e riconsegnare al Comune possono essere scaricate in allegato oppure possono essere ritirate direttamente presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico in piazza Manni negli orari di apertura o presso lo Sportello Alluvione attivo presso la sede municipale di via Leopardi (Palazzo Nuova Gioventù) da martedì 29 luglio con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 9.00-13,00 e 15,00-17,30; sabato  9,00-13,00.

(telefono n. 071.6629580  indirizzo mail: dannialluvione@comune.senigallia.an.it  )

Le schede compilate dovranno essere restituite dai cittadini al Comune entro  la data del 4 settembre, consegnandole direttamente allo Sportello Alluvione della sede municipale di via Leopardi oppure spedendole via Posta Elettronica Certificata all’indirizzo comune.senigallia@emarche.it o via posta ordinaria a: Comune di Senigallia, Piazza Roma, 8.

Gli interventi da prendere in considerazione devono essere ricompresi in quelli già segnalati alla Protezione Civile nella rilevazione che venne fatta subito dopo l’alluvione, fatti salvi quelli verificatisi successivamente per i quali vi sia il nesso di causalità con l’evento calamitoso.

In questa fase la quantificazione dei dati avviene con autocertificazione della stima del danno da parte del cittadino e senza quindi la necessità di perizie.

Si ricorda che ai sensi della citata ordinanza la ricognizione dei danni ha carattere di semplice accertamento e non costituisce automatico riconoscimento dei finanziamenti necessari per il loro risarcimento.

Costituzione Comitato

Appena ci siamo liberati di gran parte del fango ci siamo guardati attorno e abbiamo deciso di costituire un Comitato di Cittadini apolitico e non di categoria a partire dal rione alluvionato di Borgo Molino.

Il Comitato si impegna per aiutare le persone ad ottenere aiuti, agevolazioni e trovare i responsabili dell’alluvione per poter ottenere il rimborso dei danni subiti.

Non è semplice districarsi nei documenti e negli atti pubblici per riuscire a far emergere, al di la delle affermazioni gratuite che ogni giorno vengono proposte, le responsabilità dirette dei dirigenti a capo delle strutture preposte alla cura idrica del bacino fluviale del Misa-Nevola.

Le responsabilità ci sono  e sono molto molto evidenti
dobbiamo solo reperire i documenti ufficiali e procedere penalmente nei confronti dei responsabili delle morti dei nostri concittadini.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per sostenere il nostro lavoro e dare voce al Comitato. In questo momento stanno cercando di minimizzare quanto accaduto accusando, per i propri errori, il tempo che èdivenuto l’unico responsabile di tutto. E’ vero che se non pioveva non ci sarebbe stata nessuna alluvione ma è anche vero che la quantità d’acqua (7cm/h) non giustifica quanto accaduto se le condizioni del bacino fossero state mantenute come erano agli inizi del 1900.

Per questo ti chiediamo di contattarci per avere informazioni sulle modalità di adesione gratuita al comitato e di registrati al blog per consentirci di poterti raggiungere tramite mail con le notizie in merito allo sviluppo del nostro lavoro.

L’adesione al nostro comitato è completamente gratuita e non ti sarà mai richiesto nemmeno un centesimo di Euro per quanto stiamo facendo.

Aderisci anche tu al comitato: la tua iscrizione è importante per noi, per Te e per i tuoi cari e figli.

Clicca sul seguente link  (Modello Iscrizione)  per scaricare il modello della domanda. Compilato, fai una copia di un tuo documento d’identità valido e consegna il tutto presso la nostra sede sita a Senigallia in via G. B. Vico, 22 (il Circolo di Borgo Molino) oppure inoltra il tutto alla segreteria.