Percorrimisa

Pubblichiamo un articolo interessante in merito al “Percorrimisa”.

Interessante perchè, essendo stato pubblicato sul sito del Comune di Senigallia, dimostra in che modo viene veicolata l’informazione ai cittadini dai nostri amministratori.

Sito istituzionale del Comune di Senigallia

Percorri Misa: un viaggio affascinante alla scoperta del fiume Misa

Venerdì 24 maggio 2013 dalle ore 10.30 inaugurazione ufficiale del percorso ciclo-pedonale

Da Bettolelle al centro storico attraverso un percorso ciclo-pedonale di grande fascino che collega in sicurezza tutte le frazioni lungo il fiume Misa. Questo è il Progetto Percorri Misa che venerdì 24 maggio 2013 verrà ufficialmente inaugurato. Un progetto strutturato dalla Provincia di Ancona e finanziato con fondi europei in collaborazione con tutti gli altri comuni della valle.

Un corridoio ambientale di 13 chilometri che esalta, valorizza e restituisce il fiume ai cittadini e allo stesso tempo rappresenta un esempio di buona pratica e mobilità sostenibile, un progetto con una grande potenzialità che può rappresentare un valore aggiunto all’offerta turistica come già avviene in altre città italiane ed europee.

Un modo per conoscere o riscoprire il fiume e la sua vita: sono infatti più di 50 le specie di uccelli che popolano il Misa secondo un monitoraggio effettuato dallo Studio Naturalistico Diatomea.

Venerdì 24 maggio dunque l’inaugurazione ufficiale con il taglio del nastro alle ore 10.30 all’area verde del centro commerciale  “Il Molino” e poi la festa che prosegue fino allo spazio verde dell’Associazione Arcieri Senigalliesi dove gli studenti dell’Istituto Alberghiero Panzini – con il contributo di Ipersimply – offriranno una merenda a tutti i partecipanti.

Alla breve passeggiata inaugurale parteciperanno le scuole cittadine, le associazioni sportive e gli appassionati di bicicletta e di mountain bike che già utilizzano ampiamente il Percorri Misa. L’accompagnamento musicale è curato dalla Eco Band, un gruppo musicale formato dagli studenti della scuola secondaria di primo grado “C.G. Cesare” di Falconara Marittima che utilizzano strumenti ricavati da materiale di riuso.

Immagini

misa2-g.jpg

 

Il Percorri Misa non è stato creato con i fondi strutturali della Comunità Europea per far fare, a piedi o in bicicletta, le passeggiate ai cittadini ma per poter controllare ed intervenire agevolmente sugli argini di 2 categoria del Fiume come stabilito dal RD n° 523/1904 e dalla legge  919 del 22/10/1920.

Deve quindi servire al guardiano del fiume per agevolarlo nel suo lavoro di controllo settimanale di ogni metro di arginatura esistente sui 14,320 Km  che vanno dal ponte delle Selve (ad Ostra) al ponte della ferrovia sulla linea Ancona-Bologna.

Tale cosa non è stata fatta in quanto:

  1. il guardiano del fiume, pur con una disposizione di legge in essere, non è stato più mantenuto
  2. nessun tecnico del Comune e della Provincia ha tenuto conto degli allagamenti della pista PercorriMisa durante gli innalzamenti del fiume a seguito delle piogge.

Sono ben 5 gli innalzamenti a cui si è accompagnata una foriuscita di acqua così evidente, appunto per la gran quantità di acqua fuoriuscita dalle risorgive presenti lungo l’argine, che doveva metterli in preallarme e obbligarli, come disposto dalle normative, ad intervenire immediatamente per riparare l’argine.

Tali fuoriscite erano il campanello di allerta, il preannuncio di una prossima rottura dell’arginatura del fiume per mancata manutenzione delle falle presenti sugli argini.

Per tale motivo si può affermare che le responsabilità del Sindaco e del Commissario della Provincia di Ancona  sono reali e quindi non è l’eccezionalità del maltempo responsabile di quanto accaduto, ma sono loro ad aver permesso al fiume di devastare la città di Senigallia nelle zone in cui arrivata l’acqua per le rotture degli argini.

La quantità di acqua piovuta è stata infatti inferiore ad altri eventi accorsi al bacino fluviale del Misa-Nevola di ben 200-300 mc al secondo e gli argini hanno sempre retto o al limite sono stati sormontati.