Ricognizione danni post-alluvione

Il comune da domani 29 luglio distribuisce i moduli per rendicontare nel dettaglio i danni subiti con l’alluvione. C’è tempo per riconsegnarli fino al 4 settembre  2014.

Vi alleghiamo l’articolo presente sul sito istituzionale del comune alla pagina:   ALLUVIONE: RICOGNIZIONE DEI DANNI

e i link per scaricare i documenti in formato Word:

 

 
Articolo presente sul sito istituzionale del comune:

Alluvione: ricognizione dei danni

 Le schede e le modalità per la segnalazione. Attivo da martedì 29 uno sportello dedicato.

Si comunica che, con ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 179 del 10.07.2014, sono state emanate disposizioni per accertare l’entità dei danni subiti dal patrimonio privato e pubblico in conseguenza degli eventi alluvionali che hanno colpito la nostra regione tra il 2 ed il 4 maggio 2014.

I cittadini interessati dovranno segnalare al Comune, attraverso la compilazione di specifiche schede, i danni che l’alluvione ha causato all’edificio del quale sono proprietari o alla sede dell’attività economica e produttiva di cui sono proprietari o affittuari oppure ai propri beni mobili (autovetture e motoveicoli, elettrodomestici, arredi).

Le relative schede da compilare e riconsegnare al Comune possono essere scaricate in allegato oppure possono essere ritirate direttamente presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico in piazza Manni negli orari di apertura o presso lo Sportello Alluvione attivo presso la sede municipale di via Leopardi (Palazzo Nuova Gioventù) da martedì 29 luglio con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 9.00-13,00 e 15,00-17,30; sabato  9,00-13,00.

(telefono n. 071.6629580  indirizzo mail: dannialluvione@comune.senigallia.an.it  )

Le schede compilate dovranno essere restituite dai cittadini al Comune entro  la data del 4 settembre, consegnandole direttamente allo Sportello Alluvione della sede municipale di via Leopardi oppure spedendole via Posta Elettronica Certificata all’indirizzo comune.senigallia@emarche.it o via posta ordinaria a: Comune di Senigallia, Piazza Roma, 8.

Gli interventi da prendere in considerazione devono essere ricompresi in quelli già segnalati alla Protezione Civile nella rilevazione che venne fatta subito dopo l’alluvione, fatti salvi quelli verificatisi successivamente per i quali vi sia il nesso di causalità con l’evento calamitoso.

In questa fase la quantificazione dei dati avviene con autocertificazione della stima del danno da parte del cittadino e senza quindi la necessità di perizie.

Si ricorda che ai sensi della citata ordinanza la ricognizione dei danni ha carattere di semplice accertamento e non costituisce automatico riconoscimento dei finanziamenti necessari per il loro risarcimento.