Contributi urgenti e straordinari per le famiglie

Sono stati distribuiti parte del milione di euro pervenuti da vari organismi alle famiglie alluvionate. Rimaniamo in attesa di vedere la grauatoria degli aventi diritto e degli esclusi.
Sarebbe auspicabile anche la pubblicazione dei contributi pervenuti dai vari organismi e la loro destinazione in quanto le offerte non pervenivano solo da Fondazione Cariverona, Conferenza Episcopale Italiana come sempre comunicato in precedenza. Trasparenza prima di tutto. GRAZIE!
Pubblichiamo l’articolo apparso stamane su SENIGALLIA NOTIZIE
e l’articolo del comune sugli sgravi fiscali

Alluvione: assegnati tutti i contributi urgenti e straordinari per le famiglie di Senigallia

Comune e Caritas hanno erogato ai cittadini colpiti dall’esondazione un importo totale di € 695.000

I giovani e l'alluvione di Senigallia Una procedura completata a tempo di record per venire incontro alle esigenze dei cittadini alluvionati. Il Comune di Senigallia e la Fondazione Caritas hanno infatti ultimato la liquidazione dei contributi a favore delle famiglie risultate in condizioni di maggior bisogno colpite dall’alluvione dello scorso 3 maggio per il ripristino delle condizioni di fruibilità delle abitazioni e/o il reperimento degli alloggi alternativi.

L’importo complessivo dei contributi erogati da Comune e Caritas è di € 695.000 con tre fasce di importi, stabiliti in relazione ai parametri reddituali patrimoniali e familiari, fissati rispettivamente in € 3.000, € 2.000 ed € 1.000.

Oltre al completamento della procedura amministrativa con la predisposizione della relativa graduatoria, sono stati già emessi la maggior parte dei mandati di pagamento in favore dei cittadini beneficiari e tutti gli aventi diritto riceveranno il totale del denaro assegnato in un paio di giorni.

Ai 107 beneficiari risultati in condizioni di maggior bisogno, liquidati nelle settimane scorse con un contributo di € 3.000 ciascuno, si sono aggiunti gli atti di liquidazione per i 141 richiedenti collocati nella seconda fascia con un contributo pro capite di € 2.000 e per gli altri inseriti nella graduatoria con un punteggio inferiore a 16 punti che hanno ricevuto un contributo di € 1.000 ciascuno.

I contributi attingono al fondo derivante anche dai finanziamenti di Enti Istituzionali sovraordinati: Regione Marche, Fondazione Cariverona, Conferenza Episcopale Italiana che aveva un ammontare di € 1.000.000

L’intera procedura è stata gestita da una cabina di regia, composta da Comune e Caritas con il Sindaco ed il Vescovo come garanti, che ha effettuato l’istruttoria sulle domande pervenute entro il 24 giugno, termine fissato nell’avviso pubblico.

In tutto sono pervenute 390 domande, delle quali 33 escluse per mancanza di requisiti.

“Siamo davvero soddisfatti per una procedura che insieme alla Caritas siamo riusciti a condurre in porto garantendo risposte rapide ed efficaci ai bisogni delle famiglie – sottolinea il Sindaco Maurizio Mangialardi- ; in meno di 3 mesi abbiamo completato tutte le fasi del bando, dell’istruttoria, della graduatoria e del pagamento materiale dei contributi ai cittadini colpiti dall’alluvione per il ripristino delle condizioni di fruibilità delle abitazioni e/o il reperimento degli alloggi alternativi. Naturalmente si tratta di un primo intervento al quale ne seguiranno altri utilizzando le opportunità offerte dalla dichiarazione di emergenza deliberata dal governo e concordando insieme alla Caritas i criteri per assegnare anche i circa 300.000 euro che sono ancora a disposizione nel fondo generale”.